Top

Articolo: La bicicletta su misura

Articolo pubblicato su: LVH-APA – intervista: Margareth Bernard

Innovazione di prodotto: Abbiamo parlato di processi innovativi con Claudio Camin, titolare di Sport Camin a Bolzano, precursore nel campo dell’innovazione applicata al ciclismo ed apprezzato a livello internazionale.

L’Artigiano: Dopo la fully mountain-bike su misu­ra fasciata in carbonio,

sta preparando la nuova bici da tria! con telaio monoscocca interamente in carbonio. A che punto è?
Claudio Camin: La nuova trial bike progettata con il telaio completamente in carbonio è una novità assoluta. Proprio per testare le sue caratteristiche di resistenza all’impatto dei salti è stata provata da vari campio­ni, il belga Roberto Timelini e gli italiani Alessandro Bertola e Alberto Limatore, 14 volte campione italiano di BMT. La loro opinione è fondamentale per capire quali devono essere le caratteristiche del prodotto in condizioni di massima pre­stazione. L’Artigiano: Come è nata l’idea della nuova bici da trai! in car­bonio?
Claudio Camin: Era quasi una scommessa. Si voleva capire se con un telaio in carbonio si riusciva a risolvere il problema della resistenza ai forti impatti. L’Artigiano: Sport Camin si con­ferma ancora una volta un vero e proprio innovatore per il setto­re del ciclismo …

Claudio Camin: Dopo aver ter­minato la vita da ciclista profes­sionista, ho voluto mettere la mia personale esperienza a di­sposizione del ciclismo e offrire prodotti di eccellenza artigiana. Questa è la nostra vera passio­ne. Spesso ci muoviamo in nic­chie, cerchiamo soluzioni mai pensate, creiamo un prototipo e dopo vari test, lo perfezioniamo. I nostri artigiani affiliati sono la nostra vera ricchezza con il loro impagabile intuito ed il loro infi­nito amore per il dettaglio. L’Artigiano: Quali sono i pro­dotti più apprezzati?
Claudio Camin: La nostra clien­tela è molto esigente. I nostri telai sono fatti praticamente su misura, a seconda delle ca­ratteristiche corporee del cicli­sta. Come un sarto prendiamo le misure su una bici metrica e produciamo un telaio persona­lizzato a seconda della statura, dell’altezza del cavallo, della lunghezza del tronco, braccio, coscia, tibia e della misura del­le scarpe. Il progetto nasce con degli schizzi, si esamina la fat­tibilità e si realizza un prototi­po. Le caratteristiche tecniche sono quelle sviluppate dal no­stro team dopo anni di lavoro e di ricerca: differenti stampi per tubo, forcella e carro posterio­re. Li adattiamo alle esigenze del ciclista, che così ottiene un prodotto a lui congenito. Il tutto viene poi assemblato e fasciato in carbonio, un materiale legge­ro, elastico e molto resistente. L’Artigiano: Quali sono le vere sfide oggi? La produzione o la commercializzazione? Claudio Camin: Il mondo del carbonio in Italia è difficile, perché solo poche aziende vi si cimentano. E’ un lavoro infa­me. Grazie alla pazienza degli artigiani non mancano però le soddisfazioni. La rete vendita è sì una sfida. Puntiamo sul fat­to che il settore della bici è in forte aumento in tutta Europa e sulla nostra unicità di prodotto. Devo ammettere con un pizzico di orgoglio che, oltre ai numeri, riusciamo a soddisfare sempre più clienti.

Prodotti unici, marchio Camin: bici da corsa “O”, top da strada, 6 kg, fully mountain-bike MTB, 1 O kg.
Il servizio è l’asso nella manica della Sport Camin. In azienda viene prima dell’esposizione dei prodotti.

 

 

Leave a comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


+ sei = 14

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>